Pescara, Italy
+393885842610
pda@pasqualedesantis.com

Pasticceria Dolcezze Napoletane Pescara

Ti è mai capitato di desiderare un design particolare per la tua attività, che abbia un’identità precisa ed immediatamente riconoscibile, ma che al contempo sia dall’aspetto sobrio e familiare?

Bene, continuando a leggere scoprirai come è nata l’idea dietro il progetto realizzato per Dolcezze Napoletane, una delle migliori pasticcerie di Pescara.

Miglior vista aerea laterale dei tavoli per pasticceria di design dove il contrasto tra le pelle blu e la lacca bianca è esclusivo_Pasquale Desantis Architect

Tipologia: Arredo per attività commerciali

Committente: Pasticceria Dolcezze Napoletane

Team: Arch. Pasquale Desantis

Anno: 2018

Cosa cercano i miei clienti

Carla, una delle due imprenditrici fondatrici di questa pasticceria di successo, desiderava per la sua seconda pasticceria una soluzione per metter comodi i clienti che desiderano consumare comodamente i prodotti che sforna ogni giorno.

La stragrande maggioranza dei suoi clienti affollano la pasticceria nella prima parte della mattinata, principalmente per gustare una colazione “alla napoletana”.

Il locale: pregi e problematiche

Una volta visitato il locale, noto subito che la problematica maggiore è lo spazio, davvero risicato in alcuni punti ed invaso dagli ingressi in altri.

Lo spazio disponibile è ricavato tra il grande bancone e la parete perimetrale fronte strada.

Le idee per la soluzione

Prima ancora di cominciare a disegnare una soluzione, ho focalizzato l’attenzione sulle possibilità di utilizzo di queste sedute, concentrandomi in particolare su 2 punti:

1) Usabilità: queste sedute vengono utilizzate di mattina.

È fondamentale prevedere un utilizzo estremamente semplice dato che i clienti saranno lì a prima mattina, quando non sono ancora totalmente svegli!

2) Serenità: la tranquillità di un luogo  progettato bene.

Per le persone la colazione o la pausa caffè rappresentano momenti di relax e convivialità che hanno bisogno di un contesto appropriato, che trasudi tranquillità.

Colori e materiali, come giocare con 2 colori!

Vista delle fasi di lavorazione dei tavoli per pasticceria di design_Pasquale Desantis Architect

Una volta visitato il locale, noto subito che il motivo della policromia di bianco e blu è presente in ogni elemento, dalle pareti al bancone. Decido quindi di proseguire su questa strada. Bianco e blu sia!

Si ma… quale blu?

Il blu è uno dei colori più difficili da scegliere, ne esistono una gamma pressoché infinita ma di solito solo una è quella che ci sta bene con l’allestimento che hai scelto per il tuo locale.

Come l’abbiamo scelto? Continua a leggere e lo scoprirai!

Come ho scelto i colori

Per prima cosa ho campionato i colori delle pareti e del bancone per capire quale potesse essere lo spettro cromatico entro il quale scegliere il nostro blu.

Subito dopo ho selezionato 2 campioni di pelle da mostrare al cliente per la scelta finale.

Un campione di un blu più chiaro e desaturato, maggiormente vicino alle idropitture delle pareti, mentre l’altro campione di un blu più carico, simile agli elementi decorativi del grande bancone espositivo. Tra i 2, Carla ha scelto il più deciso!

Il design: perché è stato realizzato così?

Miglior vista aerea dei tavoli per pasticceria di design bicolore bianco e blu_Pasquale Desantis Architect

Se hai già letto qualche articolo su questo sito saprai già che quando progetto qualcosa non lavoro solo sull’impatto estetico, ma preferisco concentrarmi sulla percezione estetica.

Ovvero su un progetto di design che trovi il suo maggior apprezzamento nella sua usabilità e nella sua percezione tattile, nell’emozione materica che può darti.

Detto questo, sto per spiegarti come è nata la forma di questo progetto. Come avrai potuto notare, il design delle imbottiture è “a sella” così come il tavolo ha una disposizione delle gambe molto insolita.

Se provi a pensarci, ogni elemento è pensato appositamente per invitare il cliente ad accomodarsi, ponendo meno ostacoli possibili all’azione del sedersi.

Questo è solo uno degli arredi che disegno, realizzo e commercializzo con il marchio SOGNA – Arredo Digitale, con il quale cerchiamo ogni giorno di innovare l’arredo per te.

Di questa novità assoluta te ne parlo in questo articolo:

Scopri di più su SOGNA – Digital Furniture >>

Il design della panca

Il design della panca possiamo riassumerlo in 3 punti fondamentali:

1) Comfort: forse il fattore più importante. Per capire quali fossero gli spessori e la consistenza ideale delle parti imbottite abbiamo fatto vari test assieme a Camillo, mio amico e brillante artigiano con il quale progetto sempre i lavori di imbottitura.

Dopo un primo tentativo risultato eccessivamente morbido, abbiamo raggiunto la soluzione perfetta creando un’imbottitura con un cuore interno molto rigido, in grado di mantenere perfettamente la forma e di sorreggere la postura corretta, rifinito da un’imbottitura supplementare morbida, che rendesse il primo impatto tattile prezioso e caldo, in modo da apprezzare al meglio la pelle di rivestimento.

2) Facile da pulire: quando progetto in un contesto commerciale non penso solo ai clienti, ma anche a chi lavorerà all’interno della struttura.

Un collaboratore che lavora comodo, lavora meglio.

Quindi ho fatto in modo da semplificare la pulizia della panca creando una base laccata al di sotto della seduta imbottita. In questo modo ho creato uno zoccolo rigido e liscio che preserva anche la pelle di rivestimento da danni causati dal tempo e dal passaggio di scarpe e spazzolone.

3) Risparmio di spazio: come hai potuto leggere sopra, la problematica dello spazio era la criticità più grande in questo progetto. Prima di realizzarlo, ho studiato un paio di soluzioni ed alla fine abbiamo optato per la migliore, quella che accorpa le panche opposte in un unico elemento, ottimizzando lo spazio.

Il design del tavolo

Il design del tavolo invece è orientato ad impreziosire la percezione visiva nel complesso. È composto da un piano orizzontale che poggia su 2 piani verticali che fanno da gamba. Capire il perché di questa particolare disposizione delle gambe potrebbe essere per te particolarmente interessante.

La gamba verso il muro perimetrale è disposta in maniera longitudinale, in modo da far piegare verso terra, visivamente parlando, il piano orizzontale e coprire le gambe dei clienti dall’esposizione della vetrina su strada.

La gamba verso il bancone invece è disposta in maniera trasversale, in modo da rendere agevole la seduta che può inserirsi nella panca semplicemente sedendosi prima in testa, poi semplicemente ruotando senza incontrare nessun ostacolo.

In questo modo si evitano goffe figure ai clienti che di solito sono costretti ad inserirsi in maniera simile ai banchi delle chiese!

Questa gamba ha anche una importantissima particolarità, che trascende dal design e strizza decisamente l’occhio alla psicologia commerciale:

Invece di fermare la gamba sotto il top come fanno solitamente gli altri, l’ho fatta proseguire bucando il piano orizzontale. In questo modo una esclusiva lingua blu compare sul piano bianco.

Miglior vista laterale dei tavoli per pasticceria di design_Pasquale Desantis Architect

La psicologia del cliente

A livello psicologico è un aspetto molto importante: il colore blu e la direzionalità della lingua sul top creano un’associazione mentale con la segnaletica stradale, in particolare il senso unico di marcia, comunicando quindi al cliente un persuasivo invito a sedersi.

Come hai potuto leggere, è fondamentale studiare al meglio il progetto del locale dove allestire la tua nuova attività per creare una soluzione che, nel suo complesso, piaccia ai clienti garantendoti un buon vantaggio competitivo nei confronti dei tuoi concorrenti.

Se hai voglia di parlarne, compila il modello in basso e ti ricontatterò immediatamente:

Call Now Button